E ora riparto da Dragon Quest VIII

15 06 2007

Ormai sto per finire anche Final Fantasy XII, e mi sto già preparando per cominciare una niova avventura…ovviamente firmata Square-Enix.

Il gioco che ho intenzione di cominciare,e ovviamente anche di portare a termine è Dragon Quest: l’Odissea Del Re Maledetto.

Ne parlerò brevemente, cominciando con il dire che questo è il primo episodio della saga in Italia…ma non in Giappone,dove la saga è arrivata già all’ VIII° capitolo. Square-Enix ha deciso di non aggiungere il numero VIII al titolo per non creare confusione nelle persone che, in tutta Europa e anche in America,si trovavano di fronte per la prima volta a questo gioco.

Il disegnatore della saga è da sempre il famosissimo Akira Toriyama (disegnatore delle celebre saga di Dragon-Ball).

Il protagonista,come spesso accade nei giochi di ruolo,è privato della parola, per permettere al giocatore di immedesimarsi meglio nella sua parte; in questo gioco, inoltre, è stato deciso di non mettere alcun nome prestabilito al personaggio principale, quindi si è obbligati a metterne uno di propria inventiva…a meno che non si voglia lasciare il protagonista con il nome “L’EROE”.

L’eroe

 La trama?…è molto semplice:Un mago malvagio (Dhoulmagus) si impossessa di un potente bastone magico e lo usa successivamente per trasformare la gente in vegetali, la principessa in un cavallo e Re Trode in un orrendo ma simpatico mostro verde…poi si da alla fuga. Toccherà allora al protagonista,e ai suoi amici,cercare la vendetta…e lo faranno attraversando vasti continenti di città in città! Ovviamente alla trama principale vanno aggiunte un’ infinità di missioni secondarie, utili come sempre per ottenere oggetti e armi altrimenti inarrivabili.

Per ottenere il meglio in quanto a motore grafico e realizzazione e animazione dei personaggi Square-Enix si é affidata a Level 5.

Le musiche di sotto fondo non sono tutte delle migliori…in particolare quella che si sente quando si gira nelle praterie alla lunga diventa ripetitiva e fastidiosa.

Il doppiaggio delle scene principali è veramente il massimo,anche se (fortunatamente secondo me) è solo in lingua inglese.

Devo ammettere che inizialmente quando questo gioco me lo aveva fatto provare il mio amico Nekko, non lo trovavo un “chissà che gioco”,ma dopo che ho avuto l’ esperienza di giocare con Final Fantasy XII ho subito avuto nostalgia dei “vecchi” giochi di ruolo con combattimenti a turno…e ho subito rimediato comprandomi questo gioco.


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: